Veduta del picco di SAn Marino

Repubblica di San Marino: ecco cosa vedere

guida turistica con mappa

San Marino foto

Cosa vedere nella Repubblica di San Marino con la nostra mappa turistica.. Oggi uno stato autonomo, non lontano da Rimini, un mondo unico in Italia! La sua tradizione culturale e i suoi valori di autenticità, libertà e identità sono rimasti invariati nei secoli, questi i motivi per cui nel 2008 l’UNESCO ha inserito il centro storico di San Marino, quello di Borgo Maggiore e il Monte Titano nella lista dei Beni Protetti. Ecco una guida turistica con cartina per visitarla al meglio.

Passeggiare per il centro storico, piccolo museo d’arte a cielo aperto, vuol dire tuffarsi nel Medioevo e vivere il suo intramontabile fascino.

Shopping nei negozi di San Marino: emozioni da conservare

Nei numerosi negozi del centro storico di SanMarino è possibile scoprire prodotti veramente unici: caratteristici oggetti di artigianato artistico, ricercatissimi francobolli e preziose monete della Repubblica e tradizionali creazioni in ceramica. Emozioni che hanno la forma di oggetti antichissimi da desiderare, da acquistare, da custodire.

Gastronomia e ristoranti

La Repubblica di San Marino vanta un’antica ed autentica tradizione contadina e gastronomica, una tipicità che ha saputo conservare e che oggi promuove attraverso il Consorzio Terra di San Marino. L’amore e l’attenzione per i prodotti della nostra terra hanno reso la gastronomia un’arte semplice ma ricca di tradizioni poi rinnovate nel tempo. Sapori inconfondibili, nei ristoranti una cucina genuina, sobria, coniugano la tipicità con la qualità e mantengono vivo l’immenso patrimonio rurale del nostro territorio soddisfacendo I palate più esigenti.

Risalita in funivia

Inaugurata nel 1959, rinnovata negli anni ’90 e recentemente dotata di nuove cabine che garantiscono un’esperienza ancora più sensazionale, la funivia è tra i mezzi di trasporto più utilizzati dai turisti e dai residenti per raggiungere il cuore della capitale poiché collega i centri storici di Borgo Maggiore e San Marino. In meno di 2 minuti, si sperimenta un dislivello di circa 200 metri ammirando panorami incredibili.

Da non perdere:

Ecco in dettaglio la mappa turistica:

San Marin mappa

1) Prima Torre (Guaita) – Primo fortilizio sammarinese (XI secolo); fin dagli Statuti del 1600 era previsto un custode residente la cui mansione era di sorvegliare a vista l’intero territorio limitrofo ed in caso di pericolo dare l’allarme suonando al campana della torre. Fino agli anni ’60 la Rocca è stata utilizzata anche quale carcere. Nel primo cortile interno la chiesa dedicata a Santa Barbara, patrona degli artiglieri. I cannoni presenti nel cortile furono regalati dai re italiani Vittorio Emanuele II e Vittorio Emanuele III.

Salita alla torre

2) Palazzo Pubblico – Ricostruito in stile neo-Gotico nel 1894 su progetto dell’architetto Francesco Azzurri sulle fondamenta della più antica “Magna Domus Communis”. La torre dell’orologio contiene un trittico con le immagini di San Marino, Sant’Agata e San Leo. Palazzo Pubblico è il luogo nel quale si svolgono le cerimonie ufficiali ed è sede dei principali organi istituzionali e amministrativi. Nel centro di Piazza della Libertà si può ammirare la Statua della Libertà (1876), dono della contessa Otilia Heyroth Wagener.

3) Basilica di San Marino – Costruita all’inizio del XIX secolo in stile Neoclassico sulle fondamenta della preesistente Pieve Romanica. L’interno ha tre navate e sette altari; a sinistra dell’altare maggiore è presente lo scranno della Reggenza, dietro l’altare fa bella mostra di sè la statua di San Marino scolpita da Adamo Tadolini nel 1830 mentre nell’altare maggiore una piccola urna contiene le reliquie di San Marino. A destra della Basilica, la chiesetta di San Pietro che conserva i due giacigli ricavati nella roccia che la tradizione indica quali letti di San Marino e San Leo.

San Marino veduta

4) Galleria Nazionale: inaugurata il 7 luglio 2018 in occasione del 10° Anniversario dell’Iscrizione di San Marino nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità UNESCO

La Galleria Nazionale San Marino, il nuovo museo d’Arte Moderna e Contemporanea della Repubblica di San Marino, ha recentemente riaperto al pubblico con nuovi servizi e allestimenti. Le Logge dei Volontari, un magnifico edificio degli anni ‘30 ristrutturato per l’occasione, ospitano il nuovo percorso espositivo con i nomi più importanti della storia dell’arte italiana del Novecento, da Guttuso a Vedova, da Cagli a Cucchi, da Spagnulo a Chia, da Mari a Ontani.

5) Porta San Francesco – Edificata nel in 1361 quale semplice posto di guardia, questa porta è l’ingresso ufficiale al centro storico di San Marino. Sotto la volta due lapidi riproducono norme dello Statuto relative alla difesa del Paese. L’epigrafe bronzea più recente ricorda l’iscrizione di San Marino nella Lista del Patrimonio Mondiale Unesco.

6) Museo di Stato – Ha sede nell’antico Palazzo Pergami-Belluzzi. Conserva reperti archeologici ed artistici legati alla leggenda del Santo Fondatore, alla storia della Repubblica e delle sue istituzioni. Da non perdere tutta la monetazione e la medaglistica sammarinese dal 1864 al 1937.

7) Seconda Torre – (Cesta o Fratta) – Secondo fortilizio, risale al XIII secolo, sul più alto picco del Monte Titano (750 m. s.l.m.). All´interno ha sede il Museo delle Armi Antiche dal XIII al XIX secolo.

In inverno

8) Terza Torre (Montale) – Terzo fortilizio. Torre di avvistamento. Pur essendo visitabile solo esternamente permette la visione di un suggestivo panorama.

9) Museo di San Francesco – situato all’interno del chiostro dell’omonima chiesa, eretta nel 1361 dai Maestri Comacini. Vanta un’importante collezione di affreschi e dipinti.

Cosa visitare ancora a San Marino?

Passo delle Streghe – (segnato in colore giallo) Dalla Prima Torre – Guaita, dirigendosi verso la Seconda Torre – Cesta, si attraversa l’incantevole Passo delle Streghe, che offre delle meravigliose e romantiche vedute panoramiche sulla costa adriatica.

Cambio della Guardia – La Guardia di Rocca presta servizio d’onore a Palazzo Pubblico che effettua il Cambio della Guardia tutti I giorni nel periodo estivo, ogni ora sulla mezz’ora. La cerimonia rappresenta il formale passaggio di consegne.

Percorsi naturalistici – Percorsi nel verde, boschi secolari e aree attrezzate sono l’ideale per godersi un piacevole ristoro, una passeggiate in mezzo alla natura lungo i numerosi sentieri del territorio sammarinese o più semplicemente una corsa in bicicletta nell’incantevole cornice delle colline appenniniche e del Montefeltro.

PAesaggio di San Marino

E per chi viaggia a bordo di un camper, San Marino offre tutti i servizi richiesti per vivere al meglio la vacanza. San Marino Cycling Experience (sanmarinocycling.com), realtà che unisce cinque bike hotel, è in grado di accogliere al meglio il cicloturista, con servizi dedicati, per vivere un’esperienza davvero unica in sella alle due ruote. Inoltre, è stato recentemente inaugurato il nuovo progetto Ebikexperience (ebikexperience.it), che offre servizi di noleggio ebike e percorsi guidati nella natura.

UFFICIO TURISTICO di San Marino

Per arrivare a San Marino

IN AUTO
Autostrada A14 Bologna – Ancona;

  • uscita casello Rimini Sud
    Superstrada Rimini – San Marino SS72
  • uscita casello Rimini Nord
    SP “Marecchiese” n° 258

IN TRENO
Stazione ferroviaria di Rimini
(con autolinee da Rimini a San Marino)

IN AUTOBUS
Linea San Marino – Rimini
Fratelli Benedettini Spa
Bonelli Bus Sas

Caccia al tesoro interattiva alla scoperta di San Marino

PRENOTA QUI una visita San Marino da un punto di vista diverso. Risolvi gli enigmi che ti faranno scoprire i luoghi più interessanti della città.

La storia racconta:

La storia millenaria di San Marino si intreccia con la figura di San Marino, il suo illustre fondatore. Questo piccolo stato sovrano, incastonato nella penisola italiana e completamente circondato dal territorio italiano, vanta una ricca tradizione leggendaria, anche se alcuni dettagli possono variare tra le fonti.

Secondo la tradizione, San Marino, originario di Rimini nel IV secolo d.C., abbandonò la sua città in cerca di un rifugio tranquillo per praticare la sua fede cristiana. Trovò riparo sul Monte Titano, dove condusse una vita ascetica, attirando seguaci grazie alla sua fama di santità.

La storia della fondazione di questa repubblica è spesso associata a un episodio coinvolgente Asterio, il governatore di Rimini. Rifiutandosi di piegarsi alla persecuzione dei cristiani, San Marino cercò rifugio sul Monte Titano, ottenendo la benevolenza di Asterio. La comunità che si sviluppò intorno a lui divenne il nucleo fondante della Repubblica di San Marino.

Nel corso dei secoli, questa comunità si organizzò in una forma di governo repubblicano basato su principi di giustizia e libertà. La tradizione vuole che nel 301 d.C., questo santo abbia formalmente fondato la sua comunità, segnando l’inizio della storia della repubblica.

Questa repubblica ha difeso la sua indipendenza attraverso le epoche, resistendo alle pressioni di vari conquistatori e sovrani. Nel Medioevo, consolidò la sua autonomia stringendo alleanze con altre città-stato italiane.

Nel XIX secolo, si trovò coinvolta nelle lotte per l’unificazione italiana, ma riuscì a preservare la propria autonomia. Durante la Seconda Guerra Mondiale, sebbene occupata dalle truppe naziste, la repubblica mantenne la sua neutralità.

Oggi, San Marino è una repubblica parlamentare con un’economia stabile, principalmente basata sul turismo, la vendita di francobolli e il settore finanziario. La sua storia unica e la sua tradizione di indipendenza continuano a renderla un caso particolare nella storia europea. Da esplorare con la nosra guida e mappa turistica online.

SCARICA la nostra guida di San Marino in PDF

ALTRI ITINERARI nei dintorni

Viaggi fotografici